Di seguito troverai la soluzione per la definizione ✓ Un formaggio. In alto puoi cercare le altre risposte che ti mancano per completare giochi enigmistici.

Ecco le soluzioni di 3 – 8 lettere per la definizione: “Un formaggio” utile a risolvere i Cruciverba de La Settimana Enigmistica e altre riviste di parole crociate.

Soluzione : BRA – PECORINO

Nota per le sue specialità culinarie come pizza, pasta o carpaccio, l’Italia è un paese in cui la gastronomia emana da un’eredità familiare di lunga data. La cucina italiana utilizza prodotti freschi, locali e vari per inventare i migliori piatti e in questa panoplia di prodotti non è da meno il formaggio, perché accompagna quasi tutte le ricette. Inoltre, il paese ha più di 450 varietà di questo prodotto caseario.

Andiamo a conoscere i più famosi

Pecorino

Prodotto con latte di pecora, il Pecorino è un formaggio a pasta pressata cotta . È uno dei formaggi più antichi d’Italia. La sua preparazione prevede un affinamento da 8 a 12 mesi durante i quali viene ricoperto di olio d’oliva. Inoltre, è disponibile in 5 varietà, tutte certificate Denominazione di Origine Protetta. Provengono da diverse regioni italiane (Sicilia, Toscana, Sardegna, ecc.). Ciò che li distingue l’uno dall’altro è la razza ovina che conferisce loro le caratteristiche. A ciò si aggiunge il metodo di stagionatura adottato.

Il Pecorino:

  • Sapore salato e piccante all’assaggio
  • Un impasto sodo e croccante
  • Una crosta bianca e liscia

Parmigiano

Il Parmigiano Reggiano è un formaggio prodotto con latte vaccino. La sua pasta pressata cotta è il risultato di un affinamento di 12 mesi minimo che può arrivare fino a 3 anni. Con un peso compreso tra 20 e 40 kg, richiede circa 600 litri di latte.

Il parmigiano può essere utilizzato come ingrediente in succulente ricette culinarie come tortini o pasta fresca. Si può quindi grattugiare o metterlo in scaglie per esaltare il gusto delle pietanze. Tuttavia, può essere semplicemente gustato con pane o marmellata, accompagnato da un Monbazillac o da uno spumante.

Burrata

La burrata è un formaggio originario di Andria e prodotto con latte di vacca o di bufala. Si presenta con una pasta filata dal cuore cremoso, che sembra quasi una mozzarella.

Consumato fresco, quindi non stagionato, questo formaggio è leggero, in quanto pesa circa 500 g. Si presta molto bene a tutti gli antipasti, ma anche agli aperitivi. Quindi, se non si usa per preparare pizze, si può semplicemente gustarla con un filo d’olio d’oliva, condita con pepe o con qualche foglia di basilico. Da non dimenticare nemmeno l’accompagnamento essenziale che è il pane casereccio.

Mozzarella di Bufala

La mozzarella è senza dubbio il formaggio italiano più famoso nel mondo. È prodotto con latte di bufala ricco di proteine ​​e calcio. Tuttavia, il latte vaccino è comunemente usato per la sua produzione, soprattutto al di fuori del paese. L’impasto della mozzarella è elastico e ha un sapore cremoso. Una vera delizia per le papille gustative.

Ciò che distingue la mozzarella dagli altri formaggi è anche la sua forma più sferica. Senza crosta, questo formaggio non necessita di stagionatura. Solitamente utilizzato come formaggio da accompagnamento, si trova soprattutto in pizze, insalate, pasta, ecc.

Gorgonzola

Originario di Milano, il Gorgonzola è un formaggio erborinato prodotto con latte vaccino. Misura circa 30 x 16 di diametro, pesa tra 6 e 12 kg. Inoltre, ha una Denominazione di Origine Protetta. Questo formaggio lombardo ha una stagionatura di 3 mesi, durante i quali viene forato per mantenere la muffa.

Il Gorgonzola ha tutto per farsi piacere: una pasta fine e morbida che migliora nel tempo. Diventando più stagionato, il formaggio ha anche un sapore più pungente, tanto da eccitare non poco le papille gustative. Inoltre, si sposa molto bene con frutta e verdura di stagione. Per finire, un vino bianco o rosso come il Riesling o il Merlot si presterà perfettamente a questo durante la degustazione.

Ricotta

Prodotta con latte di vacca al Nord e di pecora al Sud, la Ricotta unisce i cuori degli italiani con la sua consistenza cremosa e il suo gusto morbido e fondente. Questo formaggio proviene dalle regioni Piemonte e Lombardia. La sua fama è tale da essere diventato il formaggio da cucina più diffuso in Italia, anche il preferito dai locali.

In ogni caso esistono diversi tipi di Ricotta che hanno le stesse caratteristiche:

  • Una consistenza granulosa
  • Un sapore leggermente acidulo
  • Un odore lattico
  • Una sensazione tenera al tatto

Fontina

Si narra che la Fontina fosse già stata invitata alla mensa dei Duchi di Savoia fin dal medioevo. Prodotto con latte di vacche di razza Valdostana, misura circa 40 cm di diametro e 10 cm di spessore. Per quanto riguarda il suo peso, è di circa 10 kg. La sua maturazione dura 4 mesi in cantine umide per dare:

  • Una crosta sottile, rossastra e appiccicosa
  • Un impasto morbido traforato con piccoli fori

Questo formaggio ha anche un gusto pronunciato che tende ad un sapore leggermente fruttato. In cucina può essere utilizzato per preparare antipasti, toast, bistecche e può essere consumato fresco. In ogni caso si apprezza maggiormente la degustazione con un vino bianco o rosato.

Mascarpone

Originario della Lombardia, il mascarpone è oggi prodotto in tutta Italia. È un formaggio fresco di latte vaccino. Si dice che il mascarpone sia per l’Italia ciò che la crème fraîche è per la Francia. Non stagionato, pesa tra 100 e 250 g.

La particolarità di questo formaggio sta nel suo alto contenuto di grassi. Dalla consistenza cremosa, viene utilizzato nei dolci, in particolare nel Tiramisù

Grana Padano

Il Grana Padano è un formaggio italiano prodotto con latte vaccino della Pianura Padana. Formaggio pressato e cotto, pesa fino a 40 kg e misura 25 cm di altezza. È quindi sicuramente il più grande formaggio a Denominazione di Origine Protetta. Inoltre, la durata della sua raffinazione è relativamente lunga poiché impiega tra 1 e 2 anni.

Erroneamente confuso con il parmigiano, il Gran Padano ha una consistenza più granulosa e un sapore meno fruttato. Ha una crosta gialla molto spessa e una pasta dura. Per apprezzare la degustazione di questo formaggio, si può associarlo a pasta o ravioli. Senza dimenticare un vino rosso, bianco o frizzante come accompagnamento. Tuttavia, può anche dare sapore a molte altre preparazioni culinarie.

Taleggio

Il formaggio Taleggio proviene dalla regione della Val di Taleggio, da cui prende il nome. Prodotto con latte crudo di vacca, stagiona in media 1 mese in una cantina fresca e umida. Questo gli conferisce una sottile crosta rosea. Per quanto riguarda la forma di questo formaggio, è identica a quella di un pavé quadrato che pesa circa 2 kg.

Se si apprezza di più la dolcezza, consumare il formaggio fin dalla tenera età. Infatti, più invecchia, più forte diventa il suo sapore. In ogni caso prediligere una degustazione delicata con frutta fresca o miele.

 
Lascia un commento 0