Di seguito troverai la soluzione per la definizione ✓ Il movimento pittorico di cui Bruno Munari fu uno dei fondatori. In alto puoi cercare le altre risposte che ti mancano per completare giochi enigmistici.

Ecco la soluzione di 12 lettere per risolvere i Cruciverba de La Settimana Enigmistica e altre riviste di parole crociate.

Soluzione : ARTE CONCRETA

Il termine “arte concreta”, il movimento pittorico di cui Bruno Munari fu uno dei fondatori, fu introdotto consapevolmente nel linguaggio artistico da Theo van Doesburg in opposizione al termine “arte astratta” nel 1924. “Arte concreta” non significa, tuttavia, “arte figurativa”; al contrario, il termine “concreto” caratterizza chiaramente un’arte che non è astratta in quanto non astrae né distorce i modelli mutuati dalla natura.

Pertanto, l’arte concreta distingue tra arte astratta e non figurativa. Con il termine “arte concreta” si intende piuttosto qualsiasi arte basata su linee, superfici e colori e che il più delle volte segue un chiaro principio geometrico.

I fondamenti importanti della storia dell’arte furono quindi quelli del movimento de Stijl e del Bauhaus.
L’arte concreta materializza lo spirituale e non ha alcun significato simbolico. Doesburg spiega che “la pittura è un mezzo per concretizzare il pensiero otticamente”.

Max Bill scriveva nel 1947: “Lo scopo dell’arte concreta è progettare oggetti destinati allo spirituale, così come l’uomo crea oggetti destinati all’uso materiale. (…) L’ultima conseguenza dell’arte concreta è la pura espressione di misura armonica e legge”.

Oltre alle sue attività all’interno del gruppo, van Doesburg pubblicò la rivista “Concrete Art” nel 1930. L’arte concreta ha avuto un impatto significativo sui movimenti Color Field Painting e Op Art.

 
Lascia un commento Annulla risposta0
Exit mobile version
statistiche sito