Di seguito troverai la soluzione per la definizione ✓ Il disegno preparatorio di un affresco, fatto sull intonaco. In alto puoi cercare le altre risposte che ti mancano per completare giochi enigmistici.

Ecco la soluzione di 7 lettere per risolvere i Cruciverba de La Settimana Enigmistica e altre riviste di parole crociate.

Soluzione : SINOPIA

Fino alla metà del XV secolo, la sinopia era il disegno preparatorio di un affresco, fatto sull’intonaco eseguito con questo pigmento su un primo strato di malta.

Gli affreschi venivano preparati in diversi modi. I disegni venivano spesso eseguiti sull’arriccio con argilla nera, gialla o rossa (la cosiddetta sinopia , dal nome della famosa terra rossa di Sinope, in Asia Minore).

Disegni preliminari di questo tipo sono stati ritrovati, rintracciati già nel V SECOLO dC, sotto i mosaici dell’arco trionfale di Santa Maria Maggiore a Roma. A volte i disegni delle sinopie venivano modificati su successive superfici di intonaco prima dell’inizio dell’affresco vero e proprio.

Questo è il caso della lunetta dipinta da Simone Martini a Notre-Dame-des-Doms ad Avignone e forse anche dal Trionfo della morte di Buffalmacco al Camposanto di Pisa.

Tuttavia, la sinopia non si trova sempre sotto gli affreschi quando li si stacca. Ciò non significa necessariamente che originariamente non esistesse. La conservazione del disegno sull’arriccio dipendeva o dalla freschezza del rivestimento, oppure (se la sinopia era tracciata su una superficie già asciutta) dal potere fissativo dell’intonaco di calce che si stendeva sopra.

Tuttavia, capitava spesso che disegni preliminari di questo tipo venissero semplicemente cancellati quando si bagnava la parete per applicare l’ intonaco .

Spesso l’artista non eseguiva esattamente la sinopia nella versione finale. Venivano apportate correzioni per vari motivi: cambio di idea da parte del pittore, critiche dei committenti, sostituzione dell’esecutore. Ne sono un esempio la Decollazione di Santa Caterina di Masolino (San Clemente, Roma), la lunetta di Bicci di Lorenzo, proveniente dalle Porte Saint-Georges a Firenze, e la Deposizione del Tabernacolo nella Cappella dei Giustiziati a Certaldo di Benozzo Gozzoli.

Alcune sinopie sono dettagliate e precise, ad esempio la Crocifissione del XIII Secolo realizzata per San Domenico a Pistoia e l’ Incoronazione della Vergine eseguita alla fine del XIV secolo da Piero di Puccio al Camposanto di Pisa; altri no, come lo schizzo di Uccello per la Creazione degli animali nel chiostro verde di Santa Maria Novella o la Crocifissione di Parri Spinelli al Palazzo Comunale di Arezzo.

 
Lascia un commento 0